Associazione Lucertola logo associazione la lucertola collegamento Ludens

a promozione della cultura ludica partecipata - circolo ARCI

Index - Introduzione - il Centro - Giocattolo Museo - l'Associazione - Risorse - Archivio - Contatti - Progetti Mostre itineranti - Talenti/potenziali - Costruire giocattoli - Iniziative in corso - Ospiti illustri - Segnalazioni -

Un giocattolo di genitore 2018

UN GIOCATTOLO DI GENITORE 2018un giocattolo di genitore 2017 - lucertola ludens

Mamma, papà, avete mai pensato di costruire un giocattolo ai vostri figli? Se sì ma non sapreste da dove incominciare questo è il laboratorio che fa per voi. Si chiama ‘Un giocattolo di genitore’ e insegna a costruire giocattoli a basso impatto ambientale. IDEALE PER UN NATALE SOSTENIBILE E CON I CUORICINI?

L'idea parte dal presupposto che del gioco dei/delle nostri/e figli/e, troppo spesso, ci appartenga solo il tempo per acquistare i giocattoli. Allora ritroviamoci attorno lo stesso tavolo per costruire un contesto di lavoro divertente e cre-attivo che ci metta nelle condizioni di fare ed ideare da babbi-protagonisti e mamme-protagoniste.
Dalle nostre precedenti esperienze è stato sempre cosi' !!!

Abbiamo l'esperienza avviata dal 2012 presso il Centro La Lucertola, oggi "liquidi nel territorio" facciamo base presso il centro Kirecò. Quattro i venerdì sera, a partire dal 01 dicembre, poi 08, il 15 e a concludere il 22 dicembre, sempre dalle 20,15 alle 22,00

CONTENUTI - scarica il volantino

01 dicembre - giocattoli con le ruote

08 dicembre - giocattoli in cui ci si perde dentro

15 dicembre - giocattoli che saltano

22 dicembre - giocattoli che galleggiano e albero di Natale super ecologico

Finalità: creare maggiore autostima nei genitori rendendoli capaci di regalare tempo di gioco ai figli in un confronto, spesso soverchiante, dell'industria del divertimento. Rendere partecipi i genitori del divertimento dei figli. Sensibilizzare al problema rifiuti che si viene a creare utilizzando innumerevoli giocattoli di basso costo e qualità (e di conseguenza: durata). Far apprezzare la ricchezza del tempo speso per i figli.

Tutto parte da una domanda: “Quanto del gioco dei nostri figli ci appartiene?”
La risposta è, troppo spesso, solo il tempo per comperare l'oggetto. Il costo è quasi sempre esiguo, la contentezza del bambino assicurata e il nostro tempo per pensare ai doveri quotidiani salvato. Con il passare del tempo diventa la prassi, la casa si riempie di inutili cianfrusaglie e, paradossalmente, il bambino si annoia sempre più facilmente. In definitiva non abbiamo creato nulla, né un rapporto con il bambino né un “metodo” per giocare, per poter affrontare in maniera intelligente e costruttiva la noia.

Creare giocattoli per i propri figli, partendo da materiali di recupero, è una strategia per affrontare il problema.
Regalare, per esempio, una barchetta fatta con il cartone del latte è l'inizio, di un circolo potenzialmente immaginifico.
Il genitore non regala un giocattolo con un valore commerciale, trattandosi di materiale di scarto, ma regala il suo tempo e l'impegno per costruirlo; valori assoluti, slegati dalla situazione economica della famiglia o dalle leggi di mercato.
Il giocattolo ha un bassissimo impatto ambientale e può essere facilmente aggiustato, una volta rotto. Il bambino impara quindi l’importanza dell’azione del “recuperare”.
Il bambino e il genitore diventano complici; il bambino può proporre varianti e suggerire nuovi giochi e il genitore è il tramite tra la fantasia del piccolo e le “problematiche” di realizzazione.

Si instaura un rapporto diverso con la realtà: se, per esempio, nel videogioco si fugge dal reale, tramite un’ immaginazione non nostra, con i giocattoli di scarto, la realtà diventa funzionale alla fantasia del giocatore e del costruttore e tutto il percorso di costruzione conduce alla conoscenza delle altre valenze del giocattolo, quale quella ecologica, narrativa, antropologica e scientifica, oltre che ludica.

Durante la costruzione si imparerà a conoscere alcuni materiali di uso comune, privilegiando il cartone, un materiale di facile reperimento e lavorazione anche casalinga. Si conosceranno strumenti semplici di lavoro:colla vinilica, carta gommata, cutter, forbici, colla a caldo ecc. e si potranno anche consultare siti internet specializzati, per guidare i genitori alla scoperta di fonti d’informazione utili allo scopo.

data ultimo aggiornamento: 27 novembre 2017