Associazione Lucertola logo associazione la lucertola collegamento Ludens

a promozione della cultura ludica partecipata - circolo ARCI

Index - Introduzione - il Centro - Giocattolo Museo - l'Associazione - Risorse - Archivio - Contatti - Progetti Mostre itineranti - Talenti/potenziali - Costruire giocattoli - Iniziative in corso - Ospiti illustri - Segnalazioni -

Mi illumino di meno 2018

M'ILLUMINO DI MENO 2018 - costruire lanterne da passeggiolanterna da passeggio ingrandimento

Anche quest'anno come associazione si è aderito alla campagna internazionale “M’illumino di Meno 2018“, supportato dalla trasmissione radiofonica Caterpillar di RaiRadio2 la quale, giocando in questi ultimi 14 anni, ha promosso le tematiche ambientali all'attenzione dei radioascoltatori, quando ancora la sensibilità verso tali temi era poco diffusa.

L'obiettivo della campagna di quest'anno era di raccogliere l'adesione alla pratica del camminare, e quindi a "regalare passi" … sostituendo questi alla produzione di CO2 - dovuta all’uso dell’automobile. Di passi, ne servono almeno 555 milioni per collegare simbolicamente la Terra con la Luna, il “luogo di deposito dei nostri sogni”.

A Ravenna, “M’illumino di Meno 2018“ ha permesso così di ripercorrere la storia del “Pedibus Ravenna” (andare a scuola a piedi, in gruppo misto di bambini/e, accompagnati da guide adulte su di un percorso contrassegnato), di un progetto che ha computo i suoi dieci anni, ed i KM a piedi percorsi sono veramente "tanti e belli".

Dieci anni fa Legambiente (attraverso il Circolo locale Matelda) fu tra i primi promotori di questa esperienza insieme a Luana Gasparini (referente dell’ufficio CEAS Agenda 21 del Comune di Ravenna), all'allora dirigente scolastico Prof. Gaudenzi (di cui si ne fare memoria per la sua recente scomparsa), a Mara Cavallari (pres. Circoscrizione Prima) ed all' insegnante Daniela De Zerbi.

Per chi volesse, se vorrà potrà "regalare i suoi passi" a  Mi Illumino di Meno, questo è il sito   http://caterpillar.blog.rai.it/milluminodimeno  

pelare carta adesiva ingrandimento
pelare carta adesiva ingrandimento
adesione della parte ingrandimento
lanterna decorata ingrandimento
lanterna con adesivi ingrandimento
In collaborazione Legambiente e CoopAllenaza3.0 abbiamo condotto un laboratorio presso Coop Faentina
Costruire una lanterna da passeggio è veramente semplice, soprattutto lo si può fare in modo sostenibile, senza consumo ulteriore di energia.
Innanzitutto recuperate e riutilizzate vasetti di vetro per conserve, lavandoli accuratamente e rimuovendo l’etichetta (basta lasciare il vasetto a mollo per un po’), sono ottimi e sicuri contenitori per portare il lumino della lanterna.
Procuratevi ritagli di carta adesiva di vario colore, spesso a scuola li si butta via. Con essi provate a disegnare sulla loro pagina posteriore delle semplici forme, come cerchi, onde, strisce, forme di gatto, o altro si comune.
Quindi usate queste forme per decorare la superficie esterna del contenitore di vetro. Soprattutto non eccedete con queste forme, poche ma belle e al posto giusto. Prendete esempio dalle foto. A volte i bambini/e trovano difficile “pelare” la carta adesiva per distaccare la pagina con la colla da quella che si getta.
La parte più difficile arriva con l’aggiunta di un manico , fatto con filo metallico da giardino, in parte e strettamente avvolto al collo del contenitore, ricorrendo alle scanalature della vita come appoggio.
Infine aggiungete un po’ di sabbia sul fondo del contenitore, questa impedirà al lumino di muoversi, scivolare sul fondo.
La parte più divertente sarà andare a passeggio con le lanterne, con il buio, o portare le stesse nella camera da letto accendendole per il tempo della buonanotte con una bella storia da leggere o raccontare
claudio di legambiente ingrandimento

Se Caterpillar conteggiasse tutti i passi realizzati con il nostro Pedibus in questi 10 anni si accorgerebbe che sarebbe un gran bell'aiuto a raggiungere la Luna.  Claudio di Legambiente afferma che “del conteggio del 2018, purtroppo non si hanno ancora i dati (numero bimbi/e mediamente presenti ogni mattina , ma anche i genitori che accompagnano), ma il conteggio di quelli effettuati nei dieci anni precedenti di realizzazione del progetto si arriverebbe a circa 85.240.000”. 
IN ALLEGATO LA SCHEDA

La mattina del 23 febbraio Legambiente ha invitato altri genitori con prole ad aggiungersi al loro gruppo per , partendo dalla coop Faentina raggiungere al scuola Torre in via Pavirani. Chi è stato presente ha aggiunto i suoi 500 passi a quelli degli oltre 50.000 che "regaleranno bimbi/e e genitori" del Pedibus Torre , in quella mattina.

Francesco , un iscritto a Legambiente , che da 20 anni lavora a Londra ha inviato recente traduzione di recente articolo apparso sul Guardian, dove gli studi richiamano e confermano le preoccupazioni per l’aria che si respira in auto nel tragitto verso la scuola piuttosto di quelli respirata camminando o in bicicletta, per cui 10 anni fa proponemmo di far nascere il Pedibus. tavolo laboratorio ingrandimento

In una sua nota finale, Claudio aggiunge: “Un’analisi sui risultati ottenuti in questi 10 anni sono sotto gli occhi di tutti.. e le info della OMS e le morti derivanti da inalazione di polveri e gas di scarico sono l'evidenza di un fallimento mondiale. Tutto ciò ci sprona a provare di trovare soluzioni, il Pedibus è un piccolo passo che stà nelle nostre sensibilità " PENSARE GLOBALMENTE PER AGIRE LOCALMENTE.”

Per chi volesse saperne di più sull’evoluzione del progetto Pedibus in Italia suggerisce il libro “Scarpe Blu”, di Raffaella Mulato, dove al valore della sostenibilità per le nostre città si aggiunge quello di un alto livello di partecipazione dei minorenni.

IN ALLEGATO DOCUMENTO CON QUATTRO ARTICOLI IN ITALIANO TRATTI DA TESTATE GIORNALISTICHE INGLESI SUI DANNI ALLA SaLUTE DAL PUNTO DII VISTA DEI BAMBINI/e

panoramica del laboratorio

Con questo laboratoro si è anche dato un contributo economico per comperare la merenda che sarà di invito ulteriore alla prossima festa del diritto al gioco 2018 presso il parco Manifiorite del 27 maggio pomeriggio - vedi dirittoalgioco.it

data ultimo aggiornamento: 27 novembre 2017