Lucertola Ludens
Introduzione
Il Centro
il Giocattolo Museo
Talenti e potenziali
I progetti
Le mostre itineranti
Le iniziative in corso
L'Associazione
Contatti
L'archivio
Le risorse
Costruire giocattoli
Ospiti illustri
si segnala

 

 

 

 

 

Associazione Lucertola logo associazione la lucertola collegamento Ludens

a promozione della cultura ludica partecipata - circolo ARCI

 

jpr a ravenna

Jean-Pierre Rossie a Ravenna - settembre 2011

playing with the gameboy
playing with the handmade toy
card childhood and play cultures volantino
Le immagini sono prese dal libro"Playing on the line" odi Julio Etchart

Durante il mese di settembre Jean-Pierre Rossie, antropologo e ricercatore internazionale sulle culture ludiche dei bambini e delle bambine, ha soggiornato a Ravenna per una decina di giorni.
L'Associazione in collaborazione con Team Geniali da piccoli, Edu_Care, ARCI Scuola ha organizzato tre eventi pubblici per coinvolgere la cittadinanza in un percorso che ha voluto stimolare l'interattività con l'ospite a promozione della cultura ludica partecipata, in cui l'infanzia sia protagonista del suo giocare.

Si ringrazia sin da ora l'Istituzione Istruzione e Infanzia del Comune di Ravenna per avere creduto nel progetto ed averlo sostenuto sin dall'inizio. Grande merito al team di lavoro che ha progettato e condotto l'auto-finanziamento durante le animazioni notture al Bagno Ruvido.

16 settembre presso il Centro La Lucertola alle 18,00.
In quest'incontro l'autore JeanPierre Rossie ha introdutto la valigia di giocattoli (tutt'ora in display presso il Centro) che ha portato dal Marocco, mostrando e raccontando qualcosa dei loro autori. L'autore ha rivelato come i bambini e le bambine del Marocco conservano e sviluppano la loro cultura ludica vissuta in un contesto di protagonismo ed autenticità dell'infanzia, che a tratti ricorda quanto l'artista Bruegel il Vecchio dipinse nel quadro "La piazza dei giochi dei fanciulli" nel 1560.

21 settembre presso centro La Lucertola a partire dalle 15,00 fino le 18,00.
Si è realizzato un laboratorio per le famiglie con Jean-Pierre Rossie e gli operatori dell'associazione: l'obiettivo è stato di costruire la bambola e l'automobilina ricorrendo al materiale naturale e di riciclo, inspirandosi ai modelli ed immagini di giocattoli costruiti dai bambini e dalle bambine del Marocco.

22 settembre alle ore 17,00 presso sala Bozzi (ex sala Forum) circoscrizione II, via Berlinguer 11.
Il progetto si è concluso con un confronto a più voci per raccontare e condividere immagini d'infanzie diverse attraverso il filtro della loro cultura ludica. Gli esperti presenti si sono alternati nel ripercorrere come l'infanzia viveva ed era considerata ieri ed oggi in Italia e nel Marocco. All'incontro hanno partecipato anche tre mediatrici culturali della Casa delle Culture, apportando un originale contributo che ha rivelato l'enorme potenzialità del gioco come linguaggio universale e costruttore di ponti tra generazioni e diversità culturali.
Dal confronto di tali "immagini culturali che inventano l'infanzia" si è potuto trarre utili indizi per impostare uno sguardo educativo più critico sull'ambivalente tema che si muove tra la necessità e desiderio di protagonismo ed il bisogno di protezione dell'infanzia.

piccolo display dei giocattoli dei bambini del Marocco ingrandimento ingrandimento
Nell'immagine sono rappresentati alcuni dei giocattoli che fanno parte dei doni dell'antropologo per realizzare il progetto educativo nelle sue diverse fasi - clicca sulle immagini per ingrandire

Scarica il volantino formato A4 leggero (Kb58) - pesante (Kb218) oppure la Cartolifamiglia con giocattolo ingrandimento na (55Kb)
Per saperne di più sull'autore e la valigia dei giocattoli vedi i seguenti documenti in formato pdf:

- introduzione - Kb 268
- i protagonisti ed il contesto socio culturale - Kb 224
- i giocattoli - prima parte - seconda parte - Kb204 e Kb197
- la sfida ed il progetto - Kb 197

I listati documenti fanno parte di un unico quaderno stampato dal Comune di Ravenna, ufficio Istituzione Istruzione e Infanzia. Copie gratuite del quaderno sono disponibili presso il Centro La Lucertola.

IL LABORATORIO: la creatività espressa nel giocattolobambola autocostruita ingrandimento
Si da breve nota rispetto al laboratorio che Jean-Pierre ha condotto nel pomeriggio del 21 settembre, coinvolgendo genitori e bambini e gli animatori del Centro La Lucertola.
L'evento si è aperto con la proiezione di alcune immagini di giocattoli tradizionali e recentemente costruiti dai bambini e dalle bambine del Marocco, utilizzando materiali naturali ed artificiali.
I giocattoli sono stati contestualizzati da un punto di vista socio-antropologico e culturale, mettendo in evidenza la condizione dell'infanzia del luogo, le sue relazione con gli adulti e tra i pari, nella specifica cultura locale.
Alle immagini il gruppo ha partecipato con domande e risposto a stimoli, nel tentativo di indovinare materiali e tecniche utilizzate nella costruzione del giocattolo, a dare significati a ciò che si vedeva, ascoltando informazioni che Jean-Pierre generosamente distribuiva.
A questa fase è seguito il momento della costruzione vera e propria del giocattolo, di cui si mostrano qui alcune immagini delle creazioni e dei loro protagonisti:

cus cus car ingrandimento
aereo giocattolo ingrandimento
autocarro giocattolo ingrandimento
belzebù natura ingrandimento
la cus cus car
aereo
autocarro
belzebù natura
famiglia ingrandimento
mostro della pigna ingrandimento
le bambole di rebecca ingrandimento
volpe castagna del deserto ingrandimento
 
mostro della pigna
le bambole di Rebecca
volpe castagna matta
famiglia ingrandimento
famiglia ingrandimento
vuoi costruire la trottola dei bambini del Marocco?

------------>

clicca sull'immagine per ottenere le istruzioni

collegamento la trottola del marocco link

Nell'azione i genitori si sono cimentati con vero spirito di protagonismo, a volte quasi sostituendosi, supportando l'azione dei bambini e a volte divertendosi più di loro a costruire e decorare, a dare forma e prezioso contributo alle idee che venivano lanciate dalla prole.
L'impegno ha visto i presenti coinvolti per un buon paio d'ore; al termine di esso è stato organizzato un piccolo display di creazioni con foto di famiglia.

jean-pierre rossie a ravenna ingrandimento mariarosa bagnari a ravenna ingrandimento renso laporta coordinatore ingrandimento enzo morgagni
Jean-Pierre Rossie
Mariarosa Bagnari
Renzo Laporta
Enzo Morgagni

Il giorno successivo è seguita la conferenza, con un panel di persone che hanno raccontato, ognuna dal proprio specifico punto di vista, la loro ricerca sui giochi e giocattoli appartenenti a continenti diversi, dando risalto al protagonismo ed al contributo che l'infanzia dà (sia in termini di economia domestica che di cultura) alle diverse latitudini della Terra, ponendo interrogativi ai più di 80 adulti presenti ed aprendo nuovi scenari ed ipotesi educative.

panel di relatori

Non ci resta che darsi appuntamento a primavera, quando si realizzerà la seconda fase del progetto: i laboratori nelle scuola Morelli, coinvolgendo due classi terze. Di seguito si può vedere lo schema di progettazione generale, che considera le varie variabili, potenzialità e risorse in gioco.

SCHEMA DI PROGETTAZIONE

data ultimo aggiornamento: 12 dicembre 2016