Associazione Lucertola logo associazione la lucertola collegamento Ludens

a promozione della cultura ludica partecipata - circolo ARCI

Index - Introduzione - il Centro - Giocattolo Museo - l'Associazione - Risorse - Archivio - Contatti - Progetti Mostre itineranti - Talenti/potenziali - Costruire giocattoli - Iniziative in corso - Ospiti illustri - Privacy Policy -

3 morelli 2012

Laboratorio alla scuola Morelli: terzo incontro - l'automobilina

esempio tecnica ingrandimento
Durante la fase iniziale dell'incontro si è trattato della tecnica per unire due lamine di cartone, utilizzando elastici, filo metallico, nastro isolante o i fermacampione...
esempio tecnica ingrandimento
..o l'assemblaggio di due scatoline, componendole tra loro ed utilizzando fermacampione o filo di metallo (tecnica preferita dai bambini del Marocco)
giocattoli del marocco ingrandimento
I giocattoli del Marocco esposti sulla valigia, e fatti passare di mano in mano ad inizio laboratorio
automobiline fatte  a mano ingrandimento
Alcuni esemplari di giocattoli utilizzati per spiegare le tecniche di costruzione, e realizzati da noi operatori.

Il terzo incontro con la classe IIIa è stato diverso da quello in classe IIIb. Se la metodologia ed i principi d'insegnamento non sono mutati, è stata diversa la proposta dei materiali da utilizzare; nel senso che alla prima classe è stato richiesto e mostrato di costruire automobiline che avevano la struttura portante costituita dalla bottiglia di plastica o da lamine sovrapposte di cartone.
Per l'altra classe si è proposto di fare riferimento al ciocco di legno ed agli altri due materiali. All'atto pratico si è notato che la classe IIIb ha scelto di utilizzare prevalentemente il ciocco di legno.
Per cui, e per ottenere una più grande varietà di giocattoli, si è optato di proporre alla classe IIIa di utilizzare la bottiglia di plastica ed il cartone, o le scatoline ma non il legno.
Ma si ritiene che questa sia stata anche una conseguenza di una buona pratica pedagogica "appresa sul campo". Infatti l'automobilina è un giocattolo molto impegnativo: realizzarla, richiede molta tecnica-esperienza manipolativa e creatività assieme, nonchè una notevole quantità di tempo - soprattutto se la proposta è rivolta a classi terze, a bambini che non avevano mai costruito un giocattolo con le ruote.
Così, riducendo la scelta, si è indotto i bambini (soprattutto per quelli del laboratorio pomeridiano che hanno meno tempo a loro disposizione) a concentrarsi di più.

Per questo laboratorio abbiamo accuratamente selezionato i materiali e gli strumenti. Tra tutti il martello è stato l'oggetto che più ha attratto i due gruppi classe. Martellare per fare fori nei tappi è stato il rumore che ci ha accompagnato per tutto il tempo.
La scelta dei materiali è stata dettata da specifici criteri, quali la sobrietà ed accessibilità, e dal fatto di non "distanziarsi" da ciò che anche i bambini del Marocco avrebbero potuto trovare facilmente accessibile nel loro ambiente di vita.
Ad esempio non si sono adottate le colle, in quanto non si è notato alcun uso di questo materiale nei giocattoli portati in valigia da Jean-Pierre Rossie.
Abbiamo anche optato per la raccolta e esposizione di una grande varietà di piccoli materiali, che è un fattore che induce a creatività (intesa come: possibilità di associare elementi tra loro solitamente ritenuti "distanti" nel quotidiano, ttenendo qualcos adi originale, magari anche in un modo funzionale allo scopo, quasi come se fosse un'invenzione ad alto valore pratico).
Prima di avviare il costruire abbiamo chiesto al gruppo classe di andare a dare un'occhiata a dove i materiali e gli strumenti erano stati posizionati, in modo tale da rendersi conto di ciò che è a loro a disposizione. Questo condiziona l'ideazione dei modelli di automobiline.

materiali per costruire ingrandimento
materiali utili a costruire ingrandimento
materiali ingrandimento
materiali ingrandimento
Nella stanza c'erano diversi tavoli a disposizione per il materiale, come cannucce, spiedini, cartoni in vari formati, fermacampione
Elastici di varia dimensione, sono stati molto utili ad unire due parti di simile o diversa natura
I chiodi lunghi e corti sono stati utili per fare fori nel cartone, nella bottiglietta di plastica, o nei tappi
I ciocchi di legno erano di varia dimensione, recuperati in falegnameria
tagliare il sughero con il seghetto ingrandimento
visionare il materiale ingrandimento
struemnti per costruire ingrandimento
scatoline
I tappi di sughero sono stati tagliati dall'adulto usando il seghetto. Quest'operazione, se lasciata ai bambini, avrebbe richiesto tempo che non si ha a disposizione..
..soprattutto se si vuole che i bambini apprendano in sicurezza. Prima dell'avvio del fare manuale, è essenziale consegnare tempo per rendersi...
...conto delle risorse a disposizione. Su ogni tavolo di lavoro c'erano cacciaviti a punta piatta e a croce, nastro isolante di vario colore, pinze piccole, scotch carta
Moltissime scatoline di varie dimensioni, facili da assemblare tra di loro utilizzando nastro adesivo, elastici, fermacampione, filo metallico ritorto

Avendo manipolato e visionato esempi di automobiline, con la presa di coscienza delle risorse a diposizione, avendo visto applicare alcune tecniche per assemblare semiassi e ruote (oppure altri materiali diversi tra di loro), il gruppo classe è partito all'ideazione individuale del giocattolo, o per mutuo aiuto - a volte cambiando idea in lavoro in corso, ma per la maggioranza aderendo ad un'idea maturata ad inizio lezione, perseguendola fino alla fine.
Moltissime sono state le operazioni di costruzione che hanno visto i due gruppi classe, letteralmente, inebriati dal fare individuale e collaborativo, alla condivisione di idee e problemi e ricerca di soluzioni, con e senza l'intervento dell'adulto (che contribuiva ad elaborare la domanda, a chiarire il problema per avere a disposizione una diversa prospettiva sulle soluzioni a disposizioni, oppure mostrando la tecninca costruttiva, o l'uso dello strumento, e supportando l'apprendimento della stessa).
Dalle foto qui in esposizione, si potrà constatare l'enorme varietà e quantità di operazioni che i bambini e le bambine si sono applicati con straordinario impegno.

assemblare con l'adesivo ingrandimento
ganci ingrandimento
inserire la cannuccia nei ganci ingrandimento
posizionare il gancio ingrandimento
Nastro adesivo colorato per assemblare e decorare ciocchi di legno
Avvitare il gancio di metallo per contenere la cannuccia, che agevola lo scorrimento del semiasse
Inserire la cannuccia nei ganci di metallo, possibilmente tra loro perfettamente allineati
Posizionare il gancio in linea con l'altro, allineati due a due
prendere i materiali ingrandimento
battere il chiodo per fare buco nel tappo ingrandimento
decorare ingrandimento
forare il cartone ocn il chiodo ingrandimento
Selezionare e prendere i materiali utili al proprio progetto di automobilina
Battere il chiodo per fare un foro nel tappo, che sarà poi utilizzato per fare le ruote
Decorare il corpo dell'automobilina utilizzando i colori offerti dal nastro adesivo
Forare il cartone con il chiodo e a mano libera, preparando l'inserimento del fermacapione
inserire cannuccia in scatolina ingrandimento modellare filo di metallo ingrandimento sostenere ingrandimento tagliare il cartone ingrandimento
Inserire la cannuccia in fori fatti prima, trapassando la scatolina
Modellare il filo di metallo ricorrendo alle pinze, per adattarlo alle esigenze
Sostenere l'azione del bambino è un importante ruolo dell'adulto
Tagliare il cartone per portarlo a misura

Ritornati nella "stanzina delle riflessioni e condivisioni", il gruppo ha espresso la soddisfazione per qualcosa che è costato fatica e molto impegno, ma alla fine c'è pieno piacere nell'avere realizzato qualcosa con le proprie mani, anche se non è completo.
Non resta che confermare ai partecipanti che possono scegliere e prendere i materiali che vogliono e portarli a casa per completare il giocattolo.

Quale sarà la reazione ed il coinvolgimento della famiglia? clicca per conoscere il seguito...

ravenna Sidi Ifni ingrandimento mosaics peter map

Lista dei link utili alle altre pagine del sito che raccontano della complessità del progettto "Jean-Pierre Rossie a Ravenna": a scuola - primo incontro - secondo incontro - le bambole - terzo incontro - le automobiline- quarto incontro - le figurine di argilla - il progetto - settembre 2011 - i giocattoli in valigia - la valutazione - Festival delle culture -

Per le foto si ringrazia Laura, ottima fotografa oltrechè assistente volontaria alle attività

data ultimo aggiornamento: 20 luglio 2018
Associazione Lucertola Ludens -
APS iscritta al Registro Regionale di Bologna dal 21 luglio 2017, numero 12079
Con sede legale in Via Corezolo 49
48121 Ravenna
Codice Fiscale 92081470392
POLICY PRIVACY